Nella Storia con Betta e Laura

Le nuove campionesse mondiali nel doppio PL
Le nuove campionesse mondiali nel doppio PL

“Io e Laura restiamo con i piedi per terra, siamo consapevoli di essere “osservate” dalle altre nazioni ma per noi ogni gara ha la sua storia”. Così, su CanottaggioMania, si esprimeva Elisabetta Sancassani alla vigilia del Mondiale di Chungju. C’è storia e Storia. Le imprese del doppio leggero femminile si ritrovano nella S maiuscola.  Messe insieme nel 2012 da Josy Verdonkschot per i vittoriosi Europei di Varese, Betta e Laura Milani sono diventate la più bella realtà di questa Nazionale.

Sorridenti, determinate, sicure. Con l’acuta arma dell’autoironia. “Charlie’s Angels? Dopo un’accurata riunione privata abbiamo deciso di identificarci nel ragionier Fantozzi e nel geometra Filini…”. Tutte e due delle Fiamme e Gialle, tutte e due lombarde, Betta da Bellagio e Laura da Milano, come il loro caposettore: il cremonese Claudio Romagnoli, un allenatore con la mania (sarebbe un ottimo collaboratore per il nostro sito) per il dettaglio e l’attenzione a tutti quegli aspetti, fisiologico, tecnico o mentale, che determinano il successo di un equipaggio. Un plauso lo merita anche il suo stretto collaboratore Massimo Casula.

Laura e Betta. La calma è la virtù delle forti
La concentrazione di Laura e Betta

Vittorie nette, quasi una sudditanza psicologica nell’opposizione avversaria che in ogni finale, poco dopo i 1000, crolla come un castello di carte. 4”72 alle tedesche Mueller e Noske agli Europei, 2”95 alle statunitensi Hedstrom e Bertko in Coppa del Mondo, 3”72 ancora sugli USA questa mattina. Seconde dopo i primi 500 metri, le nostre ragazze hanno sfoderato un passo di gara insostenibile per tedesche e statunitensi ed una tecnica di voga davvero pregevole. Non si sono mai concentrate sulla gestione del vantaggio, hanno pensato solo ad attaccare, quasi come se a un certo punto la finale fosse diventata una lotta contro il tempo.

La Sancassani raccoglie così i frutti di tanti sacrifici per passare da Senior a PL, la Milani può riprendere la corsa verso quell’Olimpiade sfiorata e persa per appena un secondo e mezzo un anno fa. La forza nell’eleganza del gesto tecnico, una grande concentrazione, l’affiatamento, la voglia di non accontentarsi mai. Così si fanno strada Laura e Betta portando, per la prima volta nella Storia, il canottaggio femminile italiano sul tetto del mondo in una specialità olimpica. Con due tifosi speciali, lassù in Cielo: i loro papà, sicuramente orgogliosi di due grandi atlete ma soprattutto di due figlie stupende.

Foto Mimmo Perna

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...