Para-Rowing d’argento a Chungju

Il 4 con LTA sul podio del Mondiale 4 anni dopo
Il 4 con LTA sul podio del Mondiale 4 anni dopo

Quattro anni dopo, eravamo a Poznan ed era l’agosto 2009, il quattro con LTA torna sul podio al Mondiale Para-Rowing. Arriva la medaglia d’argento, pronosticata da CanottaggioMania alla vigilia, grazie a Paola Protopapa (CC Aniene) Lucilla Aglioti (CC Aniene), Tommaso Schettino (CC Aniene) ed Omar Airolo (Canottieri Gavirate). Al timone, ancora lui in Corea del Sud 25 anni dopo il trionfo dell’Olimpiade di Seul insieme ai fratelli Abbagnale, Peppiniello Di Capua. Una gara molto bella, nel pomeriggio avremo anche il piacere di seguirla su RaiSport dalle 14:45. Solo i campioni paralimpici della Gran Bretagna, attardati nei primi 400 metri, sono rimasti davanti all’Italia che poi ha ben difeso il secondo posto dagli attacchi del Sudafrica, allenata dal nostro Marco Galeone.

La velista Paola Protopapa
La velista Paola Protopapa

L’ultimo argento, Poznan 2009, è coinciso con l’ultimo Mondiale di Paola Protopapa. Il ritorno ai remi, sotto la gestione Abbagnale-La Mura-Naccari, è stato funzionale alla volontà di provare a rivivere le emozioni dell’oro di Pechino 2008 e, questo lo diciamo noi, di esser un esempio per ragazzi e ragazze disabili indecisi se iniziare, oppure no, un’attività sportiva. Questa donna, dalla forza e dal carattere straordinari, è stata la prima atleta al mondo a partecipare alle Paralimpiadi in tre discipline diverse: canottaggio, sci nordico e vela. Nel 1987, un incidente in auto l’ha privata dell’utilizzo del braccio sinistro senza, però, impedirgli di crescere la ventiquattrenne figlia Giulia e di avviare una carriera sportiva paralimpica d’eccellenza. Complimenti anche a Lucilla Aglioti, al secondo Mondiale dopo Lake Karapiro 2010 e brava collega che lavora presso Rai Educational. Fanno centro al primo colpo il ventunenne Omar Airolo ed il quarantenne Tommaso Schettino

La grande impresa, il fiorentino Fabrizio Caselli, l’aveva realizzata ieri centrando la qualificazione alla finale dove oggi si è piazzato al sesto posto. Fermo restando il rammarico per il mancato impiego del doppio Stefanoni-Grassi, l’argento del quattro con e la finale di Caselli rappresentano i migliori dei risultati possibili per la squadra Para-Rowing di Dario Naccari. Un bilancio decisamente soddisfacente.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...