Guida al Mondiale… barca per barca (quarta parte)

La squadra Para-Rowing dell'Italia
La squadra Para-Rowing dell’Italia

Sarà il Mondiale numero 12 per l’Adaptive Rowing, oggi diventato Para-Rowing. Personalmente, faccio il migliore in bocca al lupo al nuovo Caposettore Dario Naccari per la sua prima avventura internazionale con la nostra squadra. Mi appare piuttosto motivata e determinata ed il merito va senz’altro a Dario, alla coadiutrice Cristina Ansaldi ed i loro collaboratori. Un bel lavoro preparatorio in attesa di raccogliere i frutti, soprattutto attenzione alla creazione dello spirito di squadra. Certamente, il mio pensiero va anche a Paola Grizzetti, donna dalle qualità e dal carattere straordinari. Nel mio ricordo di Milano 2003, c’è anche la sua determinazione nel promuovere, in Italia e non solo, il canottaggio per disabili. All’epoca, la maggior parte dei suoi colleghi era sorda e poi, invece, l’oro di Pechino 2008 ha aperto molti occhi. Non solo Purtroppo Paola, oggi, non fa più parte della squadra azzurra, soprattutto per acconsentire la richiesta di uno sponsor (quale?) di investire nel Centro Para-Rowing di Milano e per la volontà della nuova Federazione di puntare su una figura (Naccari, appunto) in grado di girare per l’Italia ed allargare ulteriormente la base,  ma resta un punto di riferimento mondiale per il Para-Rowing grazie al suo ruolo di membro di commissione nella FISA e, inoltre, quale responsabile mondiale INAS-FID (disabili intellettivi). 
Guardiamo avanti ed all’impegno dei nostri azzurri e delle nostre azzurre. Quaranta equipaggi a Chungju, provenienti da 17 paesi. L’Italia presenta il Singolo AS Maschile di Fabrizio Caselli (SC Firenze), il Doppio LTA Mix di Valentina Grassi (CC Roma) e Daniele Stefanoni (CC Aniene) e il Quattro Con LTA Mix formato da Paola Protopapa, Lucilla Aglioti, Tommaso Schettino (CC Aniene), Omar Airolo (Canottieri Gavirate). Al timone il redivivo “Peppiniello” Giuseppe Di Capua (CN Stabia). Riserva: Luca Lunghi (Cus Ferrara). Tra i ritorni, c’è la Protopapa, campionessa olimpica a Pechino 2008 e nuovamente ai remi dopo una esperienza a Londra 2012 nella vela.

Tra le stelle del Para-Rowing mondiale, Alla Lysenko (Ucraina), oro alle Paralimpiadi, e l’esordiente Natalia Bolshakova (Russia), due ori in Coppa del Mondo. L’inglese Tom Aggar vuole riscattare la deludente Londra 2012, quando arrivò soltanto quarto dopo aver trionfato in quattro edizioni dei Campionati del Mondo. A Chungju, manca il campione paralimpico Cheng Huang (Cina), occhio però a Alexey Chuvashev (Russia), bronzo alle Paralimpiadi. Perle Bouge e Stephane Tardieu (Francia) non hanno mai perso nel Doppio misto TA (TAMix2x) ma le insidie, in particolare l’Israele di Olga Sokolov e Reuven Magnagey (Israele), sono dietro l’angolo. Attenzione anche agli statunitensi Oksana Masters e Robert Jones. Queste due imbarcazioni hanno completato il podio paralimpico, piazzandosi dietro la Cina.

Pamela Relph e Naomi Riches restano a bordo del quattro con primo a Londra 2012. WorldRowing preannuncia la battaglia per l’argento tra l’Italia e Ucraina. Novità per il  Para-Rowing 2013: il Doppio LTA misto (LTAMix2x) al quale si sono iscritti cinque paesi: Germania, Italia, Corea, Ucraina e Stati Uniti. Lunedì 26 agosto le batterie, martedì 27 agosto i recuperi, mercoledì 28 agosto le finali B e giovedì 29 agosto l’assegnazione delle medaglie iridate (dalle 3:30 ora italiana alle 4:25)

 

Annunci

1 commento su “Guida al Mondiale… barca per barca (quarta parte)”

  1. Ho letto la notizia dell’esclusione del nostro doppio dalla gara, e non posso che esprimere il mio, e spero anche di quanti hanno letto la notizia, disappunto per la leggerezza con cui è stato gestito il problema delle classificazioni.
    Dai documenti ufficiali della FISA Valentina risultava classificata a Gavirate come B3, e in quella occasione aveva effettivamente gareggiato ma nel 4 con e non in doppio, dove era stata inizialmente iscritta, e questa era stata la – chiaramente non vera – giustificazione ufficiale:
    “”Per quanto riguarda gli equipaggi da formare Cristina Ansaldi dice ancora: “Abbiamo formato gli equipaggi tenendo conto soprattutto delle atlete necessarie al varo del quattro con, ma domani saranno comunque definite tutte le barche. Stiamo formando anche il nuovo equipaggio doppio LTA misto il quale, comunicazione FISA di questi giorni, non potrà essere composto da atleti con disabilità visiva ma solo con disabilità fisica”””.
    Quindi già da fine aprile si sapeva che la partecipazione nel doppio era a rischio.
    Pur considerando in modo estremamente positivo l’opportunità offerta a Valentina di crescere all’interno della squadra paralimpica, avrei comunque “investito” i soldi per i biglietti aerei e uno o due giorni di albergo a Eton (non era necessario andare con tutta la squadra x gareggiare) per avere la sicurezza della classificazione, e poter quindi effettivamente investire con certezza quanto è stato poi speso per il raduno preparatorio e per la (non)partecipazione del doppio a Chungju.
    Ribadisco che è stato comunque positivo per lei allenarsi nel contesto della squadra nazionale e sicuramente questo le è servito per maturare esperienza, ma forse sapendo che non poteva gareggiare nel doppio si sarebbe potuto valutare l’opportunità di inserirla nel 4 con mettendola nuovamente in competizione con Lucilla o Paola.
    Daniele Stefanoni è sicuramente un “uomo esperto e di alto livello”, ma è anche lui un atleta classificato TA, quindi teoricamente svantaggiato rispetto agli atleti LTA nella cui categoria avrebbe gareggiato: che senso ha partecipare ad una gara nella quale sai già in partenza che parti svantaggiato?
    Se si deve investire nel futuro non era più logico investire in un LTA?
    Veramente con queste premesse possiamo pensare che ci siano “grandi e importanti sponsor” disposti ad investire nel nostro pararowing e per un grande centro di preparazione a Milano che è stata usato solo 3 giorni?
    Misteri della fede……….

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...