A Chungju per lasciare un’impronta azzurra

Ventitrè equipaggi azzurri in Corea del Sud ed al momento in cui scriviamo sono tutti in viaggio tra Dubai e Seoul. Cinquantaquattro uomini, comprese le riserve, al netto del forfait dell’ultima ora del singolista Francesco Cardaioli causa tonsillite. Trentuno donne, come il numero degli esordienti nelle specialità olimpiche ecanottaggiomania_chungju paralimpiche. Molti, moltissimi giovani con una chance importante. Quindici tecnici: quattro per le quattro barche della punta Senior, tre per le due della coppia Senior, tre per le sei del settore leggero maschile, tre per l’intero settore femminile (otto equipaggi), due per il settore Pararowing (tre equipaggi).

L’Italia sarà presente al Mondiale di Chungju, il primo della gestione tecnica La Mura-Cattaneo e dell’era Abbagnale,   con una squadra di oltre cento elementi tra atleti, tecnici e settore medico. L’obiettivo del Progetto Azzurro, almeno per ora, non è fare carne da macello dei propri avversari ma dare un forte segnale di inversione di rotta. Mettere un’impronta nel primo appuntamento importante del quadriennio olimpico. Dopo Lucerna, in campo olimpico, ne esistono certamente i presupposti alla luce delle cinque medaglie di

Betta e Laura, alla ricerca di nuove conferme
Betta e Laura, alla ricerca di nuove conferme

Coppa del Mondo. I doppi leggeri, femminile e maschile, godono del miglior rendimento e delle maggiori aspirazioni. Laura Milani e Betta Sancassani sono campionesse europee per il secondo anno di fila ed imbattute, Pietro Ruta e Andrea Micheletti non troveranno in Corea del Sud l’unico equipaggio, la Francia dell’infortunato Delayre, capace di batterli di stretta misura un mese fa. In Francesco Fossi, il nostro vicecampione olimpico Romano Battisti ha trovato l’ideale compagno d’avventure, post Alessio Sartori, ed insieme hanno trionfato agli Europei e sul Mediterraneo arrendendosi soltanto ai neozelandesi Arms e Manson in Coppa del Mondo. Poi una grande spinta arriverà dalla punta con i sei vogatori medagliati sul Rotsee: gli argentati Matador Marco Di Costanzo e Matteo Castaldo, il bronzeo quattro senza (Lodo, Perino, Paonessa, Vicino).

 Romano e Francesco, i neozelandesi nel mirino
Romano e Francesco, i neozelandesi nel mirino

Si attende un passo avanti per il progetto otto-Rio de Janeiro 2016, ovvero portare alle Olimpiadi entrambe le ammiraglie. Dopo 12 anni di assenza tra gli uomini e per la prima volta nella nostra storia tra le donne. C’è curiosità per gli ultimi due “prodotti” del ritiro premondiale: il quattro senza PL ed il quattro di coppia. Dopo il quarto posto agli Europei, risalgono Livio La Padula ed Armando Dell’Aquila con la riconferma, a capovoga, di Giorgio Tuccinardi e la new entry (mancava da Lake Karapiro 2010) di Jirka Vlcek. Niente Mondiale per Simone Raineri e Matteo Stefanini: questa decisione dei tecnici federali, per certi versi clamorosa, arriva dopo i nuovi esperimenti in raduno, conseguente il deludente dodicesimo posto di Lucerna. Il loro posto, sul quattro di coppia al fianco di Simone Venier e Luca Rambaldi, è ora occupato da Domenico Montrone e Gabriele Cagna. Il settore Senior maschile presenta così due riserve di punta, Andrea Palmisano e Giuseppe De Vita, e nessuna per la coppia.

Doppio impegno per Bea e Gaia
Doppio impegno per Bea e Gaia

Beatrice Arcangiolini e Gaia Marzari si sono meritate il biglietto aereo per la Corea del Sud, dopo il bronzo ai Mondiali Under 23, e una fatica… doppia! In gara nel due senza e nell’otto! Bronzo agli Europei e quarto posto in Coppa del Mondo costituiscono l’ottima base di partenza del quattro di coppia (Magnaghi, Colombo, Schiavone, Palma), dietro cui scalpitano le ragazze del doppio Cecilia Bellati ed Alessandra Patelli. Attesa anche per l’esordio del settore Adaptive, diretto da Dario Naccari. Ancora Fabrizio Caselli per il singolo, cambia partner Daniele Stefanoni con il doppio LTA (nuova specialità) che vede Valentina Grassi alla sua prima esperienza iridata. Ritorna, dopo quattro anni di prestito alla vela, la nostra campionessa paralimpica Paola Protopapa: dividerà le fatiche del quattro con insieme a un’altra donna romana, Lucilla Aglioti, mentre i nuovi uomini sono Tommaso Schettino ed Omar Airolo. Al timone il sempreverde Giuseppe Di Capua.

La rosa femminile è completata dalla singolista leggera Denise Zacco e da altre due barche lunghe. Quattro senza e quattro di coppia leggero hanno ambizione di medaglia. Troviamo nuovamente un due con firmato CN Stabia con Vincenzo Abbagnale, Luca Parlato ed il timoniere Enrico D’Aniello. A tempo record, Martino Goretti recupera dall’operazione d’appendicite e, insieme a Elia Luini, rema in un inedito due senza. Per Luini, un anno “non olimpico” dopo 15 (Colonia 1998) ed allora fu oro nel quattro di coppia. Antonio La Padula è uomo di parola: predica bene e razzola anche meglio. Lamentò, in una lettera all’ANAC, la mancata considerazione dei giovani medagliati Pesi Leggeri per i Mondiali di Plovdiv 2012. Quest’anno, in Corea del Sud, l’otto leggero è tutto Under 23 con gli iridati del due e quattro senza di Linz insieme a Catello Amarante II e Leone Barbaro. Sul quattro di coppia, assieme ad Andrea Cereda e Francesco Rigon, troviamo i freschi campioni mondiali Paolo Ghidini e Matteo Mulas. Il singolista è Josè Casiraghi.

Il pronostico di CanottaggioMania? Ci sarà, speriamo quasi perfetto come per i Mondiali Junior, ma sarà espresso più avanti. Nove giorni al Mondiale, eccovi il programma, e ricordatevi che Chungju è sette ore avanti a noi. Ci potremo così gustare le finali, da giovedì 29 agosto a domenica 1 settembre, svegliandoci molto presto ogni mattina.

2 pensieri riguardo “A Chungju per lasciare un’impronta azzurra”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...