Quattro senza PL frangiflutti, otto da rivedere

Il quattro senza PL
Il quattro senza PL

Procede la marcia della nostra Nazionale Under 23 e, a tre giorni dalla conclusione dal Mondiale di Linz, contiamo già sette barche in finale. Sei promosse ed una già di diritto, in quanto il numero degli equipaggi iscritti nel quattro di coppia Pesi Leggeri è pari a sei ed oggi, nella sfida per l’assegnazione delle acque, Ghidini, Quaranta,Pegoraro e Mulas si sono piazzati terzi. 

Il giovane due senza femminile di Arcangiolini e Marzari
Il giovane due senza femminile di Arcangiolini e Marzari

Ieri la bella vittoria del quattro con (Parlato, Abbagnale, Cuomo, Rocchi, tim. Kiraz) con il miglior tempo ed il secondo posto del quattro di coppia femminile (Magnaghi, Colombo, Patelli, Bellati). A queste tre barche, oggi, si è aggiunto subito un bel quattro senza Pesi Leggeri (Oppo, Zaharia, Gravina, Di Girolamo): prova sicura e vincente, con tutta l’intenzione di confermare l’ottima tradizione (due titoli mondiali consecutivi ed un argento nel 201o) in questa specialità. L’Oscar della giornata, però, vogliamo assegnarlo al due senza femminile di Beatrice Arcangiolini e Gaia Marzari. Per tre quarti di gara, sono rimaste attaccate ad Australia ed Ucraina e poi, negli ultimi 500 metri, le hanno sfiancato con un magistrale attacco.

Il quattro di coppia PL rosa
Il quattro di coppia PL rosa

Primo posto e finale, obiettivo raggiunto anche dal quattro senza maschile. Borsini, Zileri, Bianco e Gabbia sapevano di non potersi permettere ulteriori pause dopo una batteria in chiaroscuro. Preso il comando della gara, hanno disputato una gara coraggiosa subendo soltanto nel finale il sorpasso della Germania. Avanza anche il quattro di coppia leggero di Masserano, Fava, Derme e Contini, terzo nel suo recupero, mentre, sempre in campo femminile, perdiamo il primo pezzo della nostra flotta: il quattro senza di Basadonna, Paccagnella, Gigliobianco e Nencini, solamente quarto nell’odierno ripescaggio. 

Altra buona sensazione di giornata. Il doppio PL di Barbaro e Molteni raggiunge in semifinale, attestandosi in scioltezza dietro la Francia, il due senza PL  di Schisano e Serpico. Uno gradino in più, da salire domani, per i singolisti Cardaioli e Gherzi. 

L'otto: giornata no, in attesa dell'appello
L’otto: giornata no, in attesa dell’appello

Note stonate: quattro di coppia e otto maschile. Hanno perso troppo presto contatto dai primi Verità, Evangelisti, Manzoli e Mumolo, rimontare diventa durissimo e praticamente impossibile a metà gara, mentre l’Ammiraglia (Tabacco, Carcano, Corazza, Igneri, Vigliarolo, Nannini, Duchich, Mansutti, tim. Mazzali) non ha, per ora, il passo dei migliori e tra i 500 ed i 1000 metri oggi hanno visto allontanarsi i principali avversari. Una prova d’appello ulteriore la chiedono anche le singoliste, Aurelia Wurzel e Denise Zacco, così anche il doppio leggero femminile di Coletti e Pala che oggi non è riuscito a centrare una delle prime tre posizioni per andare subito in semifinale. Nel doppio femminile, la Romania ha conquistato l’unico posto disponibile per la finale costringendo Denich e Bergamasco al recupero, crocevia fondamentale anche per i loro colleghi Magni e Mondelli. 

Azzurri! Italia!
Azzurri! Italia!
Azzurri! Italia!
Bim Bum Bam (thanks Laura Basadonna)
Risultati 25/7
Ordini di partenza 26/7

 

Fotografie di Mimmo Perna

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...