Tutti in finale ai (noiosi) GdM

canottaggiomania_luini_micheletti
Luini e Micheletti: una passeggiata di salute!

Tutte le barche azzurre iscritte ai Giochi del Mediterraneo sono in finale. Nel campo di regata di Adana, questa mattina, batteria per due barche azzurre e “sgambata” per altre cinque. Giochi  noiosi, con scarsa partecipazione. Così domani sarà riposo per tutti quanti in attesa del decisivo round domenicale. Caldo, molto caldo, ma il vento mattutino non è fastidioso quanto quello pomeridiano.

Carda sbuffa, ma a fine batteria spufferanno più gli avversari...
Carda sbuffa, ma alla fine sbufferanno più gli avversari…

Poco da dire su quanto visto dal punto di vista tecnico. Cipro, Turchia e Serbia: tre barche-materasso su cui felicemente si lanciano Elia Luini e Andrea Micheletti nel doppio PL.  Qualificazione in ghiaccio ai 1000 metri: tra gli azzurri e gli altri, c’è l’abisso (22 secondi). La Grecia del nostro Gianni Postiglione, cinque ori a Pescara 2009 tanto per gradire, batte la Spagna: in questa sfida virtuale, tra una prova e l’altra, Eleftherios Konsolas e Spyridon Giannaros sono dieci centesimi più lenti di Luini e Micheletti. Non c’è partita nemmeno nel singolo: solo il serbo Andrija Sljukic mette un po’ di pepe, ma Francesco Cardaioli rispedisce al mittente la minaccia vincendo la sua gara con oltre 14 secondi di margine. Ancora super Grecia, stavolta con il miglior tempo, nell’altra sfida con l’affermazione di Dionysios Angelopoulos.

Poi? Poi niente, solo le regate per l’assegnazione delle acque. Pietro Ruta, nel singolo PL, precede, con sicurezza, lo sloveno Rajko Hrvat. Italia-Grecia anche nel singolo leggero femminile con la campionessa europea Laura Milani davanti ad Aikaterini NikolaidouIl doppio di Francesco Fossi e Romano Battisti non ha problemi con Serbia ed Egitto. Delle difficoltà di Giada Colombo (seconda) con la serba Iva Obradovic, undicesima alle Olimpiadi ed argento negli ultimi due Europei, si sapeva già in anticipo. Nel due senza Marco Di Costanzo e Matteo Castaldo si accontentano della seconda piazza, l’equivalente di una corsia centrale in finale, lasciando il successo alla Serbia.

Un placido venerdì, un sabato di sbadigli, una domenica che, invece, si infiammerà nelle prime ore del mattino ma che poi vi consentirà di andare tranquillamente alla spiaggia, cari lettori, perché alle 10 tutto sarà finito. Ecco il programma: alle 8.15 (ora italiana) il singolo donne (Giada Colombo-SC Tritium); alle 8.30 il singolo uomini (Francesco Cardaioli-SC Padova); alle 8.45 il due senza uomini (Marco Di Costanzo-Fiamme Oro, Matteo Castaldo-RYCC Savoia); alle 9.00 il doppio uomini (Francesco Fossi, Romano Battisti-Fiamme Gialle); alle 9.15 il singolo PL donne (Laura Milani-Fiamme Gialle); alle 9.30 il singolo PL uomini (Pietro Ruta-Marina Militare); alle 9.45 il doppio PL uomini (Andrea Micheletti-C. Gavirate), Elia Luini-CC Aniene)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...