Non siamo a Scherzi a Parte!

Peppiniello Di Capua: a 55 anni, una nuova sfida
Peppiniello Di Capua: a 55 anni, una nuova sfida

Dobbiamo darci un forte pizzicotto per capire se stiamo ancora dormendo oppure no? No, siamo svegli e incollati, come ogni pomeriggio, al nostro desk. Allora dobbiamo attenderci, entro breve, anche il ritorno di Alberto Cova in pista sui 10.000,  i pugni di Maurizio Stecca, le stoccate di Mauro Numa? Allora siamo su “Scherzi a Parte”? Dall’anno di grazia 1984, sono passati quasi trent’anni ma è vero, si, c’è ancora chi oggi, ritiratosi dalla scena agonistica ben 17 anni fa, desidera riprovarci e vincere non più le Olimpiadi ma le Paralimpiadi come atleta. Facendo il “con”, non del due ma del quattro.  Incredibile? No, in pochi ci avevano fatto caso, ma lo aveva già annunciato il 28 settembre 2007 in un’intervista al quotidiano “Libero”. “Ho smesso volontariamente nel 1996, perché stanco. Non mi piaceva più l’ambiente. Ora mi sono riposato e presto potrei rientrare”. Tutto, certamente, potevamo immaginarsi in quest’avvio di quadriennio, caratterizzato da grandi cambiamenti, tranne che “Peppiniello” Di Capua mantenesse la promessa fatta ai suoi sostenitori circa sei anni fa. Classe 1958, lo storico timoniere del CN Stabia può vantare un curriculum addirittura più ricco dei Fratelloni Giuseppe e Carmine. Un oro in più, vinto nel 1982 al timone dell’otto pesi leggeri. La proposta, leggiamo sul portale Superabile, gli sarebbe arrivata da Dario Naccari.  Convocazione, come unico timoniere, per il raduno che si svolgerà presso il Centro Nazionale all’Idroscalo di Milano. Si faranno le prove per il “quattro con” insieme a quattro uomini e quattro donne con, tra esse, la campionessa di Pechino 2008 Paola Protopapa, di cui applaudiamo la volontà di rimettersi in discussione nel canottaggio dopo una bella esperienza nella vela a Londra 2012.

L’idea sarebbe, quindi, del nuovo Capo Settore Para-Rowing. Il suo intento è sviluppare, a macchia d’olio in tutta Italia, la promozione di quest’importante settore della vita remiera. Una missione difficilissima, soprattutto se accompagnata al compito di non far rimpianger la pioniera, un head-coach che nel ParaRowing il mondo ci invidia (stimato membro FISA) ma che il Direttore Tecnico avrebbe, al massimo, impiegato come coadiutore, Paola Grizzetti. Una scelta, quest’ultima, che la maggior parte delle Società non ha capito ed ancor meno condiviso. Urge, però, guardare avanti dando fiducia senza cedere al pregiudizio.

In attesa della più importante verifica annuale, i Mondiali, Naccari parte con un’idea che se da un lato può lasciare molto perplessi dall’altro può portare i fari dell’attenzione nazionale sul ParaRowing e, conseguentemente, accendere entusiasmo in nuovi potenziali praticanti.  Un Peppiniello Di Capua tirato a lucido, con un gigantesco bagaglio d’esperienza da trasmettere ai nuovi compagni d’avventura. Ai più, potrebbe sembrare una semplice operazione mediatica ma noi proviamo ugualmente a vederla anche con altri occhi sottolineando gli aspetti positivi auspicando che tutto questo clamore non corrisponda anche alla garanzia del posto in barca.  Ci sono infatti ragazzi giovani e bravi, il titolo paralimpico lo abbiamo vinto con l’energico diciassettenne Alessandro Franzetti,  e sono anch’essi motivati e capaci di dare il loro contributo alla nostra Nazionale. Auspichiamo una leale e bella competizione tra tutti stando certi che lo sportivissimo cinquantacinquenne Peppiniello sarebbe il primo ad applaudire chi, prove alla mano, dovesse  risultare migliore di lui.

Annunci

2 pensieri riguardo “Non siamo a Scherzi a Parte!”

  1. A questo punto trovo strano che non abbiano pensato di convocare Marco Savino o Maurizio Lana, visto che sicuramente potrebbero essere considerati LTA alla stregua di Pierre Calderoni.

  2. “….Urge,però,guardare avanti dando fiducia senza cadere nel pregiudizio…..” Hai detto niente…! Questo è il punto più cruciale di tutto. Non è facile,anzi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...