Carda-Giada, vincere da soli e… in compagnia!

Ok, Carda, ti diamo il cinque, ma tu vincine altri cinque...
Ok, Carda, ti diamo il cinque, ma tu poi vincine altri cinque…

Canottieri Padova, Tritium ed Elpis scrivono altre sei belle pagine di questi Campionati Italiani Under 23 di Varese.  Francesco Cardaioli e Giada Colombo: uomo e donna di questa nuova copertina. Studenti-modello, rispettivamente nelle Facoltà di Medicina e Giurisprudenza di Padova e Varese. Campioni d’Italia due volte, anche oggi, prima in singolo e poi insieme ai loro compagni. Il “Carda” evita una possibile Evangelizzazione e sfugge anche dalla Verità, non perché ripudi il Vangelo oppure perché diventato un bugiardo, ma perché l’angerese Corrado gli arriva cinque secondi dietro, regolando il forcing dell’impertinente Tiziano Evangelisti. Poi, in barca con “Rambo” Rambaldi (fresco bronzo europeo), mette le ali nel doppio sfrecciando davanti a Cerea (Lovisolo, Gravina) e Baldesio (Manzoli, Chiodelli Palazzoli). Il ventiduenne Carda ed il diciannovenne Luca ricevono la medaglia d’oro dal quasi (quasi, lo sottolineo) quarantunenne Rossano Galtarossa. Nel cambio (22+19 vs quasi 41), coach Alberto Rigato ci avrà guadagnato?

canottaggiomania_quattrodicoppia_tritiumE Giada? Vince la sfida in singolo con Ale “Patti” Patelli e Sara Magnaghi, sua socia ai bronzei Europei. Poi, per la gioia di Peppo Colombo, va a imporsi, insieme a Martina Comotti, Elisa Mapelli e Giulia Pagnoncelli, anche nel quattro di coppia davanti a Gavirate e Saturnia.

Il quattro di coppia dell'Elpis
Il quattro di coppia dell’Elpis

Doppio squillo anche per l’Elpis  Genova del mio primo (per un giorno solo, ma anche lui, come Valter Bagliano, porterà sempre questa macchia nel suo buon curriculum)  coach Bruno Lantero. Rombo di tuono nel quattro di coppia, con super Mumolo (che bravo, peccato per quell’unico difettuccio della sfrenata fede calcistica…) e gli infaticabili Gabbia, Vezzi e Pròtano a piegare Lario e Gavirate. Doppio d’oro grazie a Veronica Paccagnella e Selene Gigliobianco.

Un buon compleanno per Di Costanzo da festeggiare insieme all'amico Bianco
Un buon compleanno per Di Costanzo da festeggiare insieme all’amico Bianco

Primo titolo italiano in 60 anni di storia per lo Speranza Pra’, firmato dalla bravissima (Junior!) Bianca Laura Pelloni, che precede la pluridecorata palermitana Serena Lo Bue. Dopo il quarto posto di Siviglia, Marco Di Costanzo si fa un bel regalo per il suo ventunesimo compleanno insieme a Capitan Roberto Bianco: il due senza  delle Fiamme Oro è imprendibile per la tenace Limite sull’Arno di Borsini e Corti. Argento nel quattro senza, le Fiamme Gialle (Paolo Di Girolamo, Matteo Lodo, Giuseppe Vicino, Fabio Possamai, tim. Gianmarco Ambrifi) vincono una finale da brividi nel “quattro con”: due decimi sulla Canottieri Moltrasio (Guglielmo Carcano, Filippo Mondelli, Matteo Macario, Davide Tabacco, tim. Giorgio Crippa), già ebbra di gioia per aver rivinto un titolo italiano nella categoria Ragazzi dopo 19 anni. Ma di questo, cari lettori, parleremo domani…

Foto a cura di Claudio Cecchin (Fotoline.org)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...