Bene l’otto Under 23 dei medagliati olimpici, storica eliminazione del 4 di coppia PL

L'otto Under 23 (foto Perna)
L’otto Under 23 (foto Perna)

Di rientro da una graziosa settimana in Sardegna, eccoci a capofitto su Rotterdam. Il Mondiale “polpettone”, perché assieme la FISA propone Under 23, non olimpici e Junior, al via nella giornata di domani. Sotto l’ombrellone, non si può non notare l’ottima performance in batteria dell’Ammiraglia Under 23. Carcano, Maestrale, Pagani, Morganti, Abagnale, Mumolo,  Lodo, Mansutti e il timoniere D’Aniello risucchiano la Germania e volano in semifinale con il secondo miglior tempo complessivo. Continua a leggere Bene l’otto Under 23 dei medagliati olimpici, storica eliminazione del 4 di coppia PL

Nicole e le altre

Nicole Sala (prima a dx) e il 4 di coppia PL Under 23 campione mondiale a Plovdiv
Nicole Sala (prima a dx) e il 4 di coppia PL Under 23 campione mondiale a Plovdiv

C’è una ragazza, campionessa mondiale Under 23 uscente, nel 4 di coppia Pesi Leggeri che lascia il raduno di Piediluco prima della partenza per il Mondiale. Avrebbe dovuto gareggiare nel singolo “pesante”, specialità davvero inedita per lei, con grande dispiacere perché suo grande desiderio era quello di difendere il titolo vinto nella stagione precedente. Si chiama Nicole Sala e voga per la Canottieri Lario. Non conosco la vicenda, pertanto non intendo formulare un giudizio specifico ma alcune considerazioni, di carattere generale, le voglio fare.  Continua a leggere Nicole e le altre

“Nuntio vobis gaudium magnum”

tizzano_abbagnaleDalle poche righe  di Giuseppe Abbagnale, qualcosa che facilmente si può confondere con la veloce dichiarazione post gara di un Atleta vista la scarsa profondità dell’analisi globale, alla riflessione di amplissimo respiro, di portata quadriennale (2013-2016) e oltre (Tokyo 2020) a firma di Davide Tizzano. Dal Presidente di forma al Presidente di sostanza.  Continua a leggere “Nuntio vobis gaudium magnum”

Otto e mezzo alla Punta Senior

canottaggiomania_coppola_altobelli_leporeLa crescita del settore di Punta Senior, già dalla conclusione dello scorso Mondiale di Aiguebelette, era sotto gli occhi di tutti. Da qui parte l’analisi quadriennale dei settori olimpici azzurri. Grande lavoro, quello svolto dal caposettore Andrea Coppola insieme ai suoi collaboratori Giovanni Lepore e Vittorio Altobelli. Il punto di partenza: un quarto posto, a firma di due veterani (Carboncini e Mornati), a Londra 2012 nel 2 senza e poi un 4 senza fuori dalla finale e un progetto otto abortito in occasione degli Europei 2010. Il punto di partenza più difficile, sicuramente, rispetto agli altri settori maschili.  Continua a leggere Otto e mezzo alla Punta Senior

Olanda e Lituania, Polonia e Croazia: l’Olimpiade della classe operaia

sinkovic_martin
L’oro dei Sinkovic e l’argento (similoro) di Damir Martin. Gioia Croazia

Quindi, per ricollegarci all’articolo di ieri (clicca qui), dove sono finite le medaglie di Gran Bretagna e Nuova Zelanda? Intanto occorre evidenziare la riconferma della Germania. Pum-pum e dopo la prima giornata, grazie ai due 4 di coppia, ecco due ori. L’otto maschile, certamente, voleva un altro successo olimpico ma l’argento, comunque, rimane un buon premio per un quadriennio vissuto gomito a gomito con gli inglesi, capaci sempre di avere la meglio. Stesso risultato di 4 anni fa, ma questa volta secondo posto nel medagliere alla pari con i kiwi.  Continua a leggere Olanda e Lituania, Polonia e Croazia: l’Olimpiade della classe operaia

GBR e NZL visconti dimezzati

canottaggiomania_4senza_GBR_RioDa padroni a semplici battistrada.  Gran Bretagna e Nuova Zelanda tornano con i piedi per terra. A Londra, da sole, spolparono il Mondo prendendosi un terzo (9 GBR e 5 NZL) del medagliere e metà (4 GBR e 3 NZL) degli ori. A Rio il loro strapotere è quasi dimezzato: 8 metalli (5 GBR e 3 NZL), di cui 5 (3 GBR e 2 NZL) del valore più pregiato. Vincere 4 senza e otto maschile, certamente, è indice della grande forza britannica ma sicuramente, nella stanza dei bottoni, c’è chi riflette sulla magra figura dei Pesi Leggeri (nessuna barca in finale) e un risultato complessivo deludente nella Coppia dove è solo il doppio femminile a salire sul podio. Meglio tra l’altro le Donne, per quantità, rispetto agli Uomini ed è davvero l’arma in più per rimanere in vetta all’Olimpo dato che nessuna nazione conquista più di due medaglie in campo maschile e, quindi, con i suoi due bronzi, da questo punto di vista, l’Italia è alla pari con altre 7 nazioni.

Svanisce l’effetto Londra, quindi, ma anche la Nuova Zelanda, acciuffata dalla Germania, non può dire di star meglio. Per questione di millesimi, i kiwi conquistano il loro secondo oro con Drysdale dopo quello scontatissimo di Murray e Bond nel 2 senza. Ma per il resto, a parte il bronzo del 2 senza femminile, tanta sofferenza se pensiamo che ad Aiguebelette i metalli olimpici sono stati addirittura 7. Cosa è mancato? Intanto il pesantissimo tonfo del doppio femminile, da campione mondiale a dodicesimo, e poi quello maschile, terzo in Francia e fuori dalla finale quest’anno. Giù dal podio le iridate del doppio leggero e le vicecampionessa dell’otto. Così 2 delle preventivate 5 medaglie  non sono arrivate e sarà interessante capire se anche qui sarà avviata un’accurata riflessioni sugli errori commessi.  Drysdale ha 38 anni, Murray 34: urge inventare nuovi marziani!

Mahe all’ultimissimo respiro, per Kim una passeggiata

canottaggiomania_drysdale_martinL’Olimpiade si chiude con la super sfida Gran Bretagna-Germania nell’otto. In palio anche la vittoria del medagliere e sono gli inglesi a esercitare, sin dalla partenza, la loro supremazia con una palata più agile e sciolta.  I tedeschi soffrono il vento, hanno persino problemi di direzione e riescono ad avvicinarsi solo negli ultimi 500 metri: da un lato perché il capovoga Satch e compagni hanno il lusso di poter gestire un vantaggio superiore ai 2 secondi e mezzo, dall’altro perché l’Olanda preme tantissimo. Continua a leggere Mahe all’ultimissimo respiro, per Kim una passeggiata

Perchè il CANOTTAGGIO è una passione, un'emozione, un orgoglio, un brivido. Per tutti noi: una MANIA

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 152 follower